sabato, maggio 09, 2009

La disperazione crea nella mia testa
immagini di comprensione.

Il mio stomaco è chiuso,
serrato oramai da due giorni,
in completo digiuno.

Cosa accade?
Qualcuno mi svegli da me stessa.

Momenti di euforia si alternano
a scene finali della mia vita
e dell'una e dell'altra
colgo il sorriso sulla mia bocca.

Forse è solo pazzia.
Sarebbe semplice dire così.
"Sono pazza e questo per me è normale."

Ma so che così non è,
raccolgo solo la realtà con un pensiero obliquo
senza regole logiche,
arrivo alla soluzione come chiunque
e negli occhi brilla la mia follia.

Chi ne è conquistato
non sa che sarà la sua ultima passione,
l'ultimo guizzo di gioia nel cuore.

Diametralmente di impatto il mio essere
giusta moneta con cui si è ripagati:
la dannazione è eterna.

Rimango qui con i miei pensieri,
offuscati dai crampi allo stomaco,
gli occhi si chiudono,
in bocca l'amaro della conoscenza
che non mi permette di sfamarmi.

E' tutta testa, è solo testa.

Vorrei far pace con me stessa,
dirmi quello che, chi sa, mi ha detto
senza scompormi e auto lesionarmi.

Ma le parole corrono veloci
e posso solo subirle,
come in una tempesta estiva
dolce e lenitiva.

Invocata dopo tanto, la pace è arrivata.

La conoscenza non è migliore del dubbio,
il non sapere apre le strade della tranquillità
e della sperante possibilità,
la coscienza quelle dell'infausto destino.

Non sei stato in grado di salvarmi da te stesso.

Sei in grado di salvarmi da me?


4 commenti:

clochard ha detto...

Posso solo leggerti,capirti in parte, e dirti che ti accompagno per un pezzo, ti faccio compagnia.

UIFPW08 ha detto...

Adesso ti riconosco con la dolcezza sincera e la tua follia vera. Adesso ti riconosco la tenerezza della vita che ti abbraccia in silenzio con la consapevolezza che non è mai finita..la vita non è poi tanto differente dalla mia.

Favoliamo ha detto...

Nella coscienza si rotola insieme verso il proprio destino,nella coscienza c'è la compresnsione di ogni istante e movimento e anche ad essere obiettivi quando si capisce cosa può accadere,il destino continuiamo a sceglierlo noi esalvare una persona da se stessa diventa difficile,quando ci si conosce nell'anima

prendimi l'anima ha detto...

è così che mi sento oggi. proprio così...