giovedì, maggio 21, 2009


Un regalo perché le tue parole non vadano perse.

Non si scrive per nulla, se non per essere ascoltati.
T'ascolto. Non sai quanto.
Ti sento dentro Dolce Carezza che si tramuta in Pugno.
Diffidente col mondo, con i sentimenti.
Così bella nel tuo sorriso radioso,
così convinta del tuo essere libero.

Ti vedo girare in un prato su te stessa,
un largo vestito bianco scollato alle spalle
le tue braccia aperte
e i tuoi occhi lucidi.
Finalmente sei serena.

E ti guardo da lontano,
nascosta dietro ad un albero,
guardo la tua grazia e i tuoi piedi nudi
come una gitana in preda all'euforia.

Cadi, piangi, poni le tue mani alla testa
fra i tuoi capelli mori e mossi come il mare.
Lacrime copiose cadono sulla terra
e come gioielli vengono rapiti da essa.

Sai amare, che Dolce Tormento Amore mio,
Sai amare, che Dolore Intenso dentro il tuo Cuore
che ancora graffia, urla e non accetta.
E anche se il tuo girare pareva sincero e allegro
non era che un attimo di euforia
che la tua testa non ammette e riporta all'inesorabile.

Mi avvicino, in silenzio.
Cosa ci fa un Angelo così bello
in compagnia di un Diavolo?

Come hai fatto a rapire il mio Cuore,
io che pensavo di non averne,
lo hai fatto con una canzone,
l'hai fatto con questa canzone.

E t'ho vista giocare con i piedi nudi e l'erba
e mai guardarmi negli occhi,
per quanto io li cercassi.
Non aver paura, non puoi farmi del male,
il mio Corpo e la mia Anima sono già Dolore,
cerca tu di non scottarti.

Non posso fare promesse,
non esiste il per sempre Amore
e questo tu lo sai.
Posso darti ora quell'attimo di piacere
perché la felicità è effimera
e ho smesso di cercarla.
Se poi in Noi sarai felice,
riderò per i tuoi occhi vivaci
e per le tue risa allegre
che taglieranno la mia pelle
facendola sanguinare
per ricordarmi che l'immortalità non esiste
e che ci sarà sempre un Angelo,
un Angelo come te,
che tenterà di guarire ciò che altri hanno distrutto.

2 commenti:

mIsi@Mistriani ha detto...

non ho parole.

dolce carezza,che mi tramuto in un pugno[e troppo spesso pugno,che mi tramuto in dolce carezza]

come lo sai tu?come hai capito tutto questo tu?

me gitana,con le braccia larghe e i piedi nudi[e parlavo proprio di questo con un'amica,due giorni fa.di quanto vorrei questo,e basta,ora]..e le mie mani,alla testa.così frequentemente.
ma tu sai,percepisci,che sarebbe solo euforia,rifiutata dalla mia mente.che mi fa cadere,di nuovo,e piangere come una bambina[che ha perso il suo giocattolo]{ma i giocattoli si possono rimpiazzare.gli amori no.e io ho perso un Amore}

il mio cuore che "graffia.urla e non accetta"....[allora si sente?..allora è visibile?..allora è comprensibile?...]

gli angeli e i diavoli non sono mai solo angeli o solo diavoli.sono una mescolanza delle due componenti.una superficiale,l'altra piu' profonda.una evidente,l'altra riservata chi sa andare oltre.

mi vedi vestita di bianco.ma il mio sangue è nero[e io mi vesto di nero,perchè sento un'anima bianca]

tentare di guarire.
[me]
essere cura senza volerlo.
[per qualcuno]


...grazia asha...

ashasysley ha detto...

Sento solamente ciò che vorrai farmi sentire. Resterò ad ascoltare quando vorrai e se mi dirai che il sole splende capirò quello che dietro si nasconde.
Sono qui come tu lo sei per me.
Asciugo le tue lacrime che si trasformano in sorriso, mia Dama dal Nero Sangue.