domenica, maggio 24, 2009

Dio deve esserci.
Deve esserci qualcosa di diverso
dal cibo, la politica, i discorsi inutili della gente,
le partite di calcio e i motori,
il lavoro e il dormire.

Io so che c'è,
so che c'è qualcosa di diverso
per quanto intangibile a momenti
per quanto sconvolgente in altri.

Vi prego indicatemi la via
per potermi svegliare da questo incubo
da tutta questa gente
che non s'accorge di essere nulla nel nulla.

Fate si che tutto scompaia e che si materializzi
per me un nuovo mondo
fatto di persone che cercano il contatto
fuori dagli schemi
che utilizzano il vento per sentire
e gli occhi per capire.

Un posto dove non c'è bisogno di parole,
dove non ci si vergogna del proprio essere,
dove non è indispensabile apparire per essere
dove la gente esprime quello che sente
perché lo avverte e lo capisce.

Non voglio più sentimi fuori dal mondo
fuori da tutte quelle stanze
che la gente ha creato per se
per sentirsi a loro agio
e per non far capire agli altri
di essere nulla nel nulla.

Smettetela di usarmi per il mio essere
per quello che sapete di poter prendere
e che poi non vi verrà chiesto indietro.

Lasciatemi la strada da seguire,
la mia moto da cavalcare,
il vento nei capelli
e se capite di non essere ciò che cerco,
ponetevi fuori dalla mia strada
elegantemente.

Ho bisogno di un silenzio da spezzare,
di una luce da accendere nelle tenebre.

Non c'è più sorriso sulle mie labbra
da oramai quattro lunghi anni.

Chi mi conosce per quello che ero
mi dice che nel mio cuore tutto è cambiato
che non sente più la mia mancanza
di ciò che sono ora,
ma di ciò che ero.

E non capiscono che sono proprio loro
ad aver spento la mia fiamma
e ad aver acceso gelidi lumini notturni
che confondono solo i miei desideri.

E partire e non tornare.
Si fa labile la speranza di restare
attaccata a ciò che lungamente non sognai
ma realizzai per quello che si chiamava amore.

E ora tutto mi soffoca,
agogno la fine come ultima speranza di cambiamento
come unica avventura che nessuno potrà inibire
come sete di conoscenza alle mille domande.

E se anche la non ci sarà ciò che voglio
morirò nuovamente per cambiar scena
e per conoscere nuovi sistemi di pensiero.

Hanno sbagliato a pormi qui,
o si stanno divertendo molto.

Sadico burattinaio dalla mano semplice
dai fiumi di parole,
dal retroscena amaro.

Mio Dio, se sei Padre come dicono,
insegnami la strada per arrivare
ad avere la voglia di restare
per capire che ancora c'è qualcosa
o qualcuno
per cui valga la pena di
vivere, sognare e desiderare
e per il quale la morte può attendere.

8 commenti:

daunfiore ha detto...

...

daunfiore ha detto...

...

Squilibrato ha detto...

Il Carnevale Umano, carissima. Ci plasmano e ci modellano. A volte dicentiamo ciò che vorrebbero fossimo. Chi non si lascia filtrare è chi non viene capito. Preferisco mille e mille volte non essere compreso piuttosto che farmi plasmare e modellare come è già successo.

Lorenzo ha detto...

La vita è una merda
e quando qualcuno mi dice il contrario lo uccido con le mie mani.
Ne ho già ammazzati parecchi.
Sono arrivato in fondo al pozzo e non sono morto. Per questo ho deciso di continuare a vivere. Mi sono chiesto: "Ho altri impegni?" e ho cominciato a divertirmi. A modo mio.

mIsi@Mistriani ha detto...

magari quelle persone fossero così altruiste da porsi elegantemente fuori dalla nostra strada.magari.ma lo dici tu..dare, e dare la sicurezza di non chiedere indietro dopo[che anche se chiedessimo,potrebbero mai darci cio' che cerchiamo???]li pone in una condizione di comodità irripetibile.e vuoi che si privino di questa condizione decisamente loro favorevole???
NO.
non sperarci.io non ci spero piu',che si allontanino[per pena,comprensione,amore]..non si allontaneranno mia.quello che spero d'ora in poi è capire IO,chi voglio lasciare entrare sulla mia strada,e nn dovermene pentire dopo.prima o poi.

"non sei quella che eri"?...troppo comodo,sempre per loro.
ma mentre ci priviamo,per loro.mentre ci annullavamo,per loro..dov'erano?xkè nn erano lì a dirci che non dovevamo??xkè prendevano,sorridendo??

dio non esiste.

e l'amore non lo so.
[sicuramente non in tutti la capacità d'amare]

ti abbraccio forte forte..

Silvia... ha detto...

... dammi la mano, danza insieme a me al suono del tuo cuore, lascia che ci guardino sorridere del niente coloro che non sanno vedere, non sanno sentire, sorrideremo anche di loro con grande tenerezza....dammi la tua mano, danza insieme a me al suono del tuo cuore, io non ti credo sola e nemmeno tu ... ci sono mille mani sincere che s'afferrano e pulsano con noi e non ti puoi arrendere il ritmo lo dai tu ...

Favoliamo ha detto...

Ogni tocco di bulino inferto da ciò che vogliono glia ltri da noi è una lama che penetra e va sempre più a fondo.
C'è una persona per cui vale la pema attendere per morire.
Sei tu e ciò che vuoi,non abbandonand la tua ragione,ma quella degli altri.

giardigno65 ha detto...

Padre nostro che sei nei cieli
Gravato da ogni tipo di problema
Con la fronte aggrottata
Come se fossi un uomo qualunque
Non pensare più a noi.
Comprendiamo che soffri
Perché non riesci a risolvere le cose
Sappiamo che il demonio non ti lascia tranquillo
Disfacendo quello che tu hai fatto.
Lui ride di te
Eppure noi piangiamo assieme a te:
Non preoccuparti delle sue diaboliche risate.
Padre Nostro che sei dove sei
Circondato da angeli sleali
Sinceramente: non soffrire più per noi
Devi rendertene conto
Che non sono infallibili gli dei
E che noi altri perdoniamo tutto.
Nicanor Parra