sabato, maggio 23, 2009

E piango ancora un volta
stendendo le mie mani al tuo volere.
Nella carne penetrano i chiodi
che tu hai inserito.
E piango nuovamente,
non di questo dolore,
ma della sua mancata spiegazione.

6 commenti:

Lorenzo ha detto...

non abituiamoci al dolore,
se possiamo.

jasmine ha detto...

Passo e ti lascio un'abbraccio Amica Mia ricordandoti che per ogni bisogno la mia mano e'tesa verso di Te.Sempre!

Veggie ha detto...

E' vero... più che il dolore fa male l'impossibilità di comprendere il perchè di un dolore... dolore che pure è reale e permane... e dal quale tirarsi fuori è sempre difficile...

andrea ha detto...

ciao

andrea ha detto...

ciao

andrea ha detto...

non vorrei piu' che tu piangessi
se non di gioia