domenica, maggio 10, 2009

My Immortal

Sono così stanca di stare qui
Soppressa da tutte le mie paure infantili
E se devi andartene
Vorrei che tu te ne andassi e basta
Perchè la tua presenta indugia qui
E non mi lascerà da sola
Queste ferite sembrano non guarire
Questo dolore è troppo reale
C'è semplicemente troppo che il tempo non può cancellare
Quando hai pianto ho asciugato tutte le tue lacrime
Quando hai urlato ho combattutto tutte le tue paure
Ho tenuto la tua mano durante tutti questi anni
Ma tu hai ancora tutto di me
Mi catturavi con la tua luce risonante
Adesso sono costretta dalla vita che hai lasciato indietro
Il tuo volto pervade
I miei sogni, una volta piacevoli
Che la tua voce ha cacciato via
Tutta la sanità in me
Queste ferite sembrano non guarire
Questo dolore è troppo reale
C'è semplicemente troppo che il tempo non può cancellare
Quando hai pianto ho asciugato tutte le tue lacrime
Quando hai urlato ho combattutto tutte le tue paure
Ho tenuto la tua mano durante tutti questi anni
Ma tu hai ancora tutto di me
Ho provato così tanto a dirmi che te ne sei andato
ma anche se tu sei ancora qui con me
sono stata sempre da sola

5 commenti:

Marco Crupi ha detto...

E' sempre un piacere tornare nel tuo blog :D In effetti quella è la mia foto preferita in B/N

UIFPW08 ha detto...

Ascolto le tue parole e ricondo i miei tramonti tenui dai colori sbiaditi nei quali non trovavo pace ai silenzi della vita. Ho dato forza alla disperazione giocando a dadi la vita con il destino..adesso sono ancora qui ad urlare la vittoria, tu non sei stata mai sola...

Squilibrato ha detto...

A volte accade di sentirsi soli con tutti. E c'è chi si prende tutto di noi, senza lasciare spazio e non guardare in faccia a nessuno. Ma la liberazione da tutti i mali esiste.

Favoliamo ha detto...

Lithium, don't wanna lock me up inside
Lithium, don't wanna forget how it feels without
Lithium, I wanna stay in love with my sorrow

Veggie ha detto...

Questa è una delle mie canzoni preferite... Anch'io l'ho utilizzata per ralizzare un video... Ogni volta che la riascolto mi fa rabbrividire...