sabato, giugno 20, 2009

Sciolgo i nodi che cingono il mio corpo.
Impacciata come sempre perché sono io
che li ho desiderati.

Lucidamente Razionale
so a cosa vado incontro.
Conosco il mio bisogno e il mio essere,
conosco il tuo, Effimera Creatura.

Disegno sulla mia pelle tatuaggi che non vedrai,
adorno i miei capelli con rose,
trucco i miei occhi leggiadramente.

Il tempo passa e il sole tramonta sul mio viso.

Il mio trucco si scoglie alle mie lacrime,
sfioriscono i fiori nei capelli.

Con un coltello solco i miei tatuaggi,
aggiungo dolore al dolore,
allento la tensione.

Lacrime salate cureranno le mie ferite,
non preoccuparti.

Lo avevo messo in conto.
Non il non soffrire.
Ma la mia soglia di dolore.

4 commenti:

Vale ha detto...

Esiste davvero una soglia di dolore? A volte ne dubito, fortemente...

Buona serata

andrea ha detto...

comunque ti auguro buona serata

darklady ha detto...

per Asha : Quando nella Vita hai tutto poi di punto in bianco tutto ti viene tolto...si ha poi paura per la vita.
Non si hanno piu'difese,armi..nulla..un calcio nel sedere e baby questa e'la vita,cresciti muoviti perche'i problemi degli altri sono piu'importanti dei tuoi...

Ti rimetti a fatica in piedi...lo si fa'certo come no...traballi caschi credi ti illudi prendi baci e calci in faccia...poi non ne infili una giusta..credi credi...baby il tempo delle favole e'finito gli elfi sono lontani anche se riesco ancora a sentirne le risate spensierate... ...poi tutto torna a piene mani e forse anche troppo e troppo tutto insieme..inebriata,stordita,felice..troppo felice..troppo...non ho paracolpi,non ho nulla un passo falso e la pelle si scioglie ed il dolore e'pronto a torturarmi....paura...certo paura... Sai tutto Stella sai tutto...non fermarti non farlo non farlo....MAI!

Silvia... ha detto...

... chi conosce i propri limiti sa anche quando superarli, sa anche quando non farlo più ...