domenica, marzo 06, 2011

Like a Lion

Accade sempre così,
puoi subentra la Rabbia,
il Dolore si tramuta in Fuoco.

Dentro di me cambia tutto,
le mie risposte non sono più lucide,
evito le persone finchè posso.

Perchè io possa tornare a sorridere,
devo sentire l'odore della fine
e devo poter scattare verso il traguardo.

Questa attesa mi stressa,
sono un Leone in Gabbia
e non riesco neanche più a piangere.

Forse è questo il contrappasso
di questa Vita che tutto prende
e nulla chiede.

L'immobilità del mio Essere,
la stasi che sono costretta a subire,
io che non so cosa vuol dire fermarsi.

Ma devo piegare la mia Schiena
e abbassare gli occhi pieni di Rabbia.
Il Dolore ancora.

Per quanto?

3 commenti:

ilsoprammobile ha detto...

chinarsi su sé stessi, rimanere immobili per prepararsi al grande balzo...ti lascio un abbraccio.

Lilly ha detto...

Buon giorno Ashia ti voglio regalare una mia poesia dall'ultimo libro edito dimore di silenzi...Tu capisci il perché.
Hai il mio affetto.


Non riesco a sottrarmi al sonno.
Confusione.
Panico.
Non riesco neppure a ragionare
Tutto è vaneggio.
Visoni.
Immagini fluttuano dinnanzi agli occhi
Tra il buio
mentre il cuore sobbalza.
In prigione!
Immobile.
Gli occhi sigillati rincorrono fantasmi incolore.
Nero
Tutto nero.
Fotogrammi illogici che durano la percezione di un istante.
Vittima.
Pare che l’anima si sia dileguata
e da smemorata tutto ritorna buio in me
sprofondata in un vortice senza uscita.
Eppure mi sento salire e poi risucchiare
Salire.
Mi afferro al ricordo.
Io sono.
E con quel solo pensiero
Vorrei…
vorrei aprire gli occhi.

Ma quanto tempo è trascorso?

by lilly

Asha Sysley ha detto...

Solo sempre le domande finali a completare il testo. "Per quanto?" ... "Quanto tempo è trascorso?"