domenica, marzo 21, 2010

Da Single ad Escort.

Potresti avvolgermi nel Silenzio,
al massimo il tempo fra una Sigaretta e l'altra.
Poi inizierebbe l'Assenza.

Non ci sono molti modi per farti capire
come devi muoverti, perché non devo dirtelo,
deve essere spontaneo.

E così non è.

Dovrò quindi imparare a Fumare più lentamente,
cercarti di meno nei Pacchetti e negli Accendini,
giocare di più con la Sigaretta fra le Dita.

Dovrò assaporare l'Attesa, pregustare il Finale,
di tutto quello che non sei
prima che tu decida di Manifestarti.

Credo che l'importante sia comprendere
e scegliere di accettare o meno delle Regole
che non sono state mai scritte.

Quindi ora voglio sorridere e accendo una Sigaretta,
perché sei qui e non voglio ascoltarti,
vedere i tuoi occhi da Angelo e sentirmi Dannata.

Decido di mettere la mia Musica a tutto volume,
carezzo il mio corpo con l'olio caldo d'Arancia.
Potrei desiderare le tue Mani, ancora una volta.

Sorrido mentre scivolano le Dita,
è come fartelo davanti senza farmi Toccare.
La tua Consapevolezza e il mio Sfuggire.

Perché probabilmente la linearità di Pensieri
non risiede nel mio Essere e forse neanche nel Tuo.

Dovremmo quindi trovare una Via Differente
per ottenere quello che vogliamo e che, a questo punto,
è diverso da quanto ci siamo Confessati.

Mi scrollo addosso tutti i buoni propositi di Brava Bambina,
tutti quelli che avevo messo all'Inizio
e che tu mi avevi richiesto come Direttive.

Da Single ad Escort.

Forse mi sento più a mio Agio,
perché nascondersi quando può essere così Semplice,
si soffre di meno e si ricava anche qualcosa.

Tanto le Emozioni che ti stravolgono dentro,
non le vuole ascoltare Nessuno.

Per il mio prezziario,
mandatemi un sms con i vostri Desideri.

2 commenti:

Lorenzo ha detto...

Escort no,
mi ricorda brutte automobili.
Preferisco zoccola
che ha anche un che di fetish.

ashasysley ha detto...

Escort ha sempre dato un senso di più pulito e candido. Sembra quasi ti paghino per una prestazione lavorativa superiore e legittima.
La Zoccola, mio dolce Lorenzo, non va più tanto di moda, forse nei sobborghi Romani potrebbe andare.
L'Escort fa proprio del suo lavoro passione ed arte. E' una ricerca continua di nuove esperienze e raffinatezza.
Per tutto il resto c'è l'altro parco macchine. Io sinceramente le auto, ora, me le scelgo.