martedì, marzo 03, 2009


Ora posso veramente sentire il silenzio.
Posso veramente rimanere ad ascoltarlo.

Ora sono sola.

Forse non era il modo migliore di togliere
tutto e tutti dalla mia vita,
ma penso che a volte si arriva ad un punto
dove le cose sono rette da due piccole colonne e sono fragili.

Io, invece di rafforzare le colonne,
ho buttato giù tutto quello che era sopra.

Lo faccio spesso, come quando vado in camera mia
e rovescio tutti i cassetti sul letto e butto tutto
quello che all'interno mi fa pensare.

Cancello la mia memoria.

Occhio non vede e cuore, si spera, non duole.

Ora voglio solo pace, silenzio ed estrema solitudine.

Inizio a capire gli eremiti che vanno sulle montagne,
si dice a pensare, ma per me è perchè non hanno più forza
di tollerare il dolore.

Ora non ho più forza di farlo ed ho scelto.
Ho scelto di stare sola senza fornire parole,
spiegazioni, idee.

Accompagnata solo dalla mia favola della buona notte.

3 commenti:

ilaria ha detto...

Mado'...anche io ho scelto di fare questo..ma sto da cani...da cani davvero...mi sembra di morire..dimmelo tu come si fa...

Silvia... ha detto...

...riconosco la fuga, mille volte l'ho tentata, l'ho agita, mille volte trattenuta, mille volte lasciata, mille volte tornata perchè mi era peggio il dolore del silenzio che quello dell'incostanza o dell'incomprensione ....e forse ho già parlato troppo per il tuo silenzio..|!!!
un bacio, sussurrato !

UIFPW08 ha detto...

Nel silenzio ascolto le tue parole
nella stanchezza rifletto i miei pensieri.
Nel dolore ho costruito musei,
con la pazienza ne ho fatto virtù per ricordarmene ogni istante
per sapere che c'è sempre un sole per me domattina ad aspettarmi..
desidero ascoltarti.. desidero sognarti.. desidero rivedere negli occhi tuoi ciò che tra le stelle non ho più.