martedì, marzo 10, 2009


"Il Sole mi parla di te.
La Luna mi parla di te.

Anche se dentro una Lacrima.

Come un Sole e una Stella
Siamo Luce che cade dagli Occhi
sui tramonti della mia Terra
su nuovi giorni in una Lacrima."

E inizia un nuovo giorno lasciandosi trasportare da questa innata luce Solare che da tanto tempo i miei occhi non scrutavano con diffidenza. Mi sono alzata e a giorno erano illuminate le stanze . In modo innaturale il Sole chiedeva permesso per entrare nella mia casa e baciare i bambini che erano ancora nei loro lettini.
Un bacio a Bianca l'ho dato io appena mi sono alzata e mi ha come al solito sorriso stirandosi e girandosi di schiena per accogliere le carezze del mattino.
Il piccolo combattente era a pancia sotto con le gambe sotto lo stomaco ranicchiato e le braccia che gli spuntavano da in mezzo le gambe. Coccole anche a lui sulla schiena che con un minaccioso ringhiare, serrando il ciuccio in mezzo ai denti, mi avvertiva che ancora desiderava dormire ancora un po.
Ridendo sono andata a preparare i vestiti per tutti e gli zaini per la scuola. Oggi Valentino porta delle stecce di cioccolata per fare gli ovetti di pasqua. Bianca ha portato della colla e delle forbici con la punta tonda per i suoi lavoretti. Ci ha portato a casa due libri fatti da lei veramente carini.
Cribbio quanto chiacchierano tutti e due assieme! sono meravigliosi.

Fra un gioco e un ringhio siamo riusciti a vestirci e ad andare ai rispettivi asili. Sorridendo, come non mi accadeva da tempo, mi sono incamminata dalla mia ultima stazione alla macchina. Avevo il sole sul viso ed ero tranquilla. Sorridevo nuovamente al sole, nella testa avevo solo i miei bambini, i loro sorrisi e le loro parole. Sono solo quelle che oggi voglio ricordare e tutte le coccole che ho ricevuto questa mattina. Quasi quasi non mi sarei mai alzata dal letto. Che bello ... ancora.

Voglio che questa giornata passi in fretta, voglio uscire quando ancora si vede il sole, sentirlo sulla mia pelle e portare la mia Fragolina in piscina e vederla nuotare. Voglio trascorrere del tempo bevendo un aperitivo e tornando a casa voglio cantare in macchina.

Voglio una nuova vita, tranquilla e solare. Voglio stare con chi mi fa star bene e solo con chi mi ridà quel calore di cui ora ho estremo bisogno.

3 commenti:

cralo ha detto...

Penso che come madre è l'altro nome di dio sulla bocca di un figlio,quello del figlio sia per la madre il suono della vita

jasmine ha detto...

Corri in contro al sole Asha in queste giornate che regalano i primi caldi raggi di luce.Fatti inondare dalla sua energia guarda i tuoi bimbi pieni di vita giocare e sorridi e vivi respira illuminati perche'nulla e'piu'bello di loro al mondo e forza Asha perche'non e'mai trppo tardi per nulla!
Ti abbraccio forte.

UIFPW08 ha detto...

E' tornata la Primavera....
il sapore dalla vita..
la cosa più bella.
Ritorna sempre il sole nei tuoi occhi..
Asha che la felicita sia sempre con te.