venerdì, aprile 24, 2009

E' ora di tacere, di sprofondare in un silenzio inopportuno,
ma che l'animo altrui rigenera.

E' il momento di prendere una pausa,
se non dalla mia testa, dal mio dire.

E sarà silenzio sui miei lunghi inverni,
sarà silenzio sulle fronde degli alberi,
dove fiori di ciliegio tranquillizzano il cuore.

E sarà silenzio intorno alla mia persona,
la mia ombra piangerà lacrime nere
che la notte terrà strette come perle.

E ora, silenzio.

5 commenti:

Silvia... ha detto...

...d'amore e di morte e di silenzio...ti seguo Asha...anche se a volte mi fai così paura...t'abbraccio, in silenzio...mi togli le parole...

Favoliamo ha detto...

....These wounds won't seem to heal, this pain is just too real
There's just too much that time cannot erase....

jasmine ha detto...

cerchero'di essere il silenzio per arrivare a te cullarti stringerti e scaldarti. Non aver paura Asha ascolta il silenzio ascoltami e trovami perche'ci sono e lo sai.

clochard ha detto...

Ti aspetto so che tornerai.Quando non esce niente,se non l'angoscia,allora ci si ferma,sgomenti,silenziosi,ci si guarda dentro alla ricerca di un qualcosa che non sappiamo.
Un abbraccio

Veggie ha detto...

Che il silenzio sia con te, Asha... E che questo silenzio possa presto lasciare spazio a tante altre parole e a tanti altri sorrisi che verranno non dalle tue labbra ma dal tuo cuore, perchè ti senti contenta di vivere...