giovedì, febbraio 12, 2009

Ed è subito Sera


Ho sognato, ricordato. Ero ancora li Stranamente.

Seduta con la mia Malboro guardavo fuori dalla finestra il campanile rintoccare.
Le spalle appoggiate alla panca, una gamba sotto i glutei e l'altra allungata.
Silenzio.

Passasti dalla tua camera al bagno.
Nuda.

I tuoi capelli neri accarezzavano la tua schiena.
Lasciasti la porta aperta sullo specchio.

Fumavo la mia Malboro mentre con una gamba eri sulla doccia
e massaggiavi la tua pelle.

Versai del rum nel bicchiere, lentamente.
Era il Nostro gioco e a te piaceva.

Lo specchio si offuscava rendendo tutto più sogno,
l'acqua sul tuo corpo scendeva, affrontando meravigliosamente
tutte le tue curve, baciandole una ad una.

Era estate. Senza asciugarti venivi da me e mi abbracciavi
bagnando la mia sigaretta e bevendo il mio rum.

Avevo scaldato l'olio caldo di cocco, che a te piaceva
e sapevo che volevi sentirlo sulla pelle.

Le mie mani incuriosite dai tuoi brividi,
massaggiavano il tuo ambrato colore.

I tuoi occhi si chiudevano e la tua bocca s'apriva.

Sdraiata sopra di me, eri una Venere nel suo attimo più dolce,
nel suo completo godimento.

E le mie mani venivano fermate dalle tue
e indirizzate al tuo piacere.

Ero estasiata dalla tua bocca, che chiedeva di me,
dai tuoi occhi sempre chiusi nel sogno,
dai brividi della tua pelle,
dai tuoi lunghi spasmi.

Poi lunghi abbracci, dolci carezze,
il tuo odore di Vaniglia sui miei vestiti.

Ora giocavi, saltellavi via dalle mie braccia
per vestirti del tuo nero e tornare alla nostra realtà.

E ti vedevo sfilare, infilare i pantaloni, camminare col tuo passo sicuro.

Un bacio sulle mie labbra,
" A stasera Amore"

E rimanevo seduta con la mia Malboro
e nella mia testa era subito sera.

9 commenti:

Duca Nero ha detto...

Non è strano, il passato resta dentro di noi e il tempo fa riaffiorare i ricordi più dolci, gli attimi che rimangono tatuati nella nostra Anima.
E sei lì, di nuovo, ad aspettare la sera...

NERO_CATRAME ha detto...

Sogni.Sensi.Giochi.Dolcezza.Attesa:Desiderio

andrea ha detto...

ciao,odore di caffe dalla cucina...

jas ha detto...

I ricordi sono ancore sommerse che bisogna cercare di lasciare per non affondare con loro.. Lascio qui,il mio bacio soffiato su te.

Luna_tica ha detto...

Il tempo passa,
e..
..seppur tiranno ma,
se solo un pò distratto non ci cambia..
è subito "Ancora" sera

un abbraccio.

Squilibrato ha detto...

Cara Asha,
i tuoi post sono così maledettamente sensuali. Si commentano da sè lasciando quel profumo di cannella nello spazio circostante.

Non credo sia un'ossessione nei miei confronti l'avermi sognato, ma nel caso lo fosse ne sono lusingato, grazie.
Mentre leggevo la descrizione del sogno, me lo sono immaginato come un gioco, come uno scambio di messaggi mentali con le regole del tic tac toe: prima uno e poi l'altro, indiscutibilmente. Semplice e corretto. Interessante, giochiamo ancora?
Ricordi di cosa abbiamo parlato?

laveritàdaisy88.blogspot.com ha detto...

grazie belle parole ma sai e dificile dimenticare sopra tutto quando ti viene amancare un parente ho pure un amico pero io credo nella reincarnazion penso che muore la carte ma il spiritu resta sempre con noi .la vida bisogna prenderla come un gioco divertirse e godeserla perche non siamo inmortale .scusame facio fatiga a scrivere bene il italiano ma cosi tu impare spagnolo ciao un besos y grazie ancora

laveritàdaisy88.blogspot.com ha detto...

sei fantastica grazie

kicca-75 ha detto...

Il tuo blog trasuda passione .....molto bello

grazie del tuo assaggio da me e scusa il ritardo :)

un bacio
kicca