giovedì, febbraio 26, 2009

Game Over

Spesso il Male di Vivere ho incontrato.
L'ho combattuto a testa alta,
sono riuscita a farmi largo fra le persone,
fra le loro sensazioni, le loro decisioni,
i loro insani guidizi, le loro perversioni,
e tutto il Male e il Dolore
che questo ha generato sulla mia pelle.

Spesso il Male di Vivere ho incontrato.
Ma sono sempre riuscita a trovare l'altra faccia della medaglia
il giusto nello sbagliato,
il bene nel male,
il sacro nel profano,
il sano nell'insano.
Sono riuscita a sopravvivere.

Raramente il Bene di Vivere ho incontrato.
E ho imparato a mangiarne fin quando c'era,
ho conosciuto l'assetato e ora so berne
fin quando ne ho,
come un affamato si ciba della messe che sa
che a breve gli verrà tolta.

Raramente il Bene di Vivere ho incontrato.
E quando è accaduto mi è stato velocemente tolto
come un dono ad un bambino
come una caramella appena assaggiata
come la pioggia d'estate.

E ho imparato a Vivere nel Male di Vivere
e a girarmi pessimamente nel suo opposto.

Spesso mi chiedono che cosa ci sia nei miei pensieri,
se ci sia una persona ben definita
se ci sia un desiderio inespresso
se ci sia un bisogno di sensazioni
se ci siano dei ricordi che mi tormentano
se ci siano delle immagini che mi porto appresso.

Loro non sanno cosa c'è nei miei Sogni.

E' un desiderio, si un desiderio.
Ma non è un ricordo,
non è una persona,
non è una sensazione,
non è un'immagine.

La Morte unica liberazione da questo Reale
per sprofondare in un altro Mondo
o nel più eterno e costante
Game Over.

5 commenti:

NERO_CATRAME ha detto...

Game over per rendere eterno l'istante reale.

Follementepazza ha detto...

Raramente il Bene di Vivere ho incontrato.
E quando è accaduto mi è stato velocemente tolto
come un dono ad un bambino
come una caramella appena assaggiata...
che strano che in parole non mie riesca a trovarci pensieri miei...

andrea ha detto...

ci hanno fatto credere che abbiamo colpe
ci hanno fatto credere che esiste il male
ci hanno fatto credere che cio' che viviamo e' reale
ci hanno fatto credere che la morte e' una liberazione
ma tutto e' nelle nostra testa,
la verita' e' li dentro,
e' quella verita' che ci rendera' liberi,
la verita' dell'Amore,
l'unico sentimento,
il Sentimento,
non c'e' nessuno che ti deve capire
c'e' solo da Amare,senza condizioni,il Karma funziona,torna indietro.Ama e Amati

Duca Nero ha detto...

Conosco, per avere il privilegio di esserti vicino, le tue cicatrici. Quelle del corpo e quelle, più profonde, dell'Anima. Ma tutte quelle ferite, seppur dolorose, hanno fatto di te quella che sei. La Persona Meravigliosa che sei. Con il tuo Sorriso che mai si spegne, con i tuoi occhi in cui si vede il Mare, con il tuo Cuore in cui è difficile leggere, ma se ci si riesce è come aver trovato il più grande dei Tesori.
E conosco cosa c'è nei tuoi Sogni, e per questo ti dico: non game over, ma nuova partita.

taxidriver ha detto...

scendere nelle profondità del malessere sino a rasentare la follia..entrare nei suoi meandri più profondi e più lontani non è facile..vivere con il respiro che ti manca facendo finta che tutto vada bene...è un viaggio che dura da troppo tempo e che non so dove mi porterà...in questo momento vorrei essere baciato da una signora in nero..un bacio per l'eternità