lunedì, aprile 18, 2011

Odio et Amo

E t'Amo.
Le tue Mani mi sfiorano,
Leziosi Sussulti fra i miei Respiri Interrotti.

E t'Odio.
Nella Solitudine di ogni Abbandono Prolungato
nelle Preghiere urlate alla Luna nella Notte.

E t'Amo.
La tua Bocca si Stende in mille Sorrisi,
gli Occhi si Socchiudono appena stravolgendo la Vita.

E t'Odio.
In Tutte le mie Sensazioni
che sono in Contrasto con le tue Confortanti Parole.

E t'Amo.
Crollando assieme nelle Umide Lenzuola
di tutta la Nostra Disinibizione.

E t'Odio.
Nel tuo fare Sicuro, nella tua Voce Calma,
nel mio Tremare e nell'Ignobile mio Tacere.

E t'Amo.
Per il Vento fra i Capelli nelle Calde Giornate,
per le tue Dita fra le Mie.

E t'Odio.
Per queste Emozioni incontrollate,
per la mia Testa che non riesce a Ragionare.

E t'Amo.
Per ogni Lasciva Licenza che mi concedi,
per fare di me ciò che non avrei mai Immaginato.

E t'Odio.
Per tutte le mie Non Reazioni,
per le mie Parole Soffocate sulle tue Labbra di Fragola.

E t'Amo e t'Odio.
Perché t'Amo come mai ho Amato Nessuno.

1 commento:

Maga di Endor ha detto...

E si Asha in amore si odia e si ama. Si può arrivare alle stelle e inabissarsi nel dolore più profondo. Come in ogni cosa in questa vita, anche in amore vige la legge della dualità i due aspetti che ci destabilizzano, che ci lasciano sempre sospese tra dubbi e incertezze...
Ti abbraccio sorella.
Lilly