sabato, gennaio 22, 2011

Costellazioni

La Vita non può essere questa.
Le costellazioni non possono accanirsi
contro tutto quello che si Desidera.

Questo vento che gela la tua pelle,
è lo stesso che è dentro la mia Anima.
Spira così forte da Spaventarmi.

Il tuo Sorriso continua a rimanere sulle Labbra,
il mio inizia a perdere il suo splendore.
Come se tutta la mia Energia ora fosse in te.

E mi sento così svuotata, come quella sera
in cui leggesti tutto il mio Dolore.
Ora sono io ad esserlo, improvvisamente.

Questa oscillazione, questa altalena,
dove ci siamo consapevolmente seduti,
inizia a farmi male allo stomaco.

Ma ho visto come scendere,
sia per tutti e due completamente impossibile,
ci cerchiamo, ci sentiamo, ci troviamo.

Stiamo assieme come l'ultimo degli Amori
e poi rimarchiamo il nostro essere Liberi
e individui totalmente indipendenti dall'altro.

Ma cosa è l'appartenenza in fin dei conti,
quello che noi sentiamo dentro e ciò che vogliamo.
Ed io ho bisogno di appartenere. Tu no.

Quindi vago alla ricerca di quei legami
che mi stringano i polsi e mi facciano comprendere
quanto veramente valgo per le persone.

Quindi vaghi attraversando i giorni serenamente,
con le tue ali spiegate al nuovo giorno,
non ponendoti problemi e non pensando al futuro.

E nello stesso esatto momento siamo assieme,
scusandoci del nostro essere, del nostro fare,
ma rendendoci conto di non poterci dividere. Non ancora.

E non so chi dei due sarà così forte
da voler rompere questo legame
per Amore dell'altro o per se stesso.

A volte mi sembra di essere Frustata,
marchiata con i segni del tuo fuoco
e poi essere immersa in un bagno caldo.

Continua l'altalena delle mie sensazioni,
fra la tua infinita dolcezza e il tuo realismo,
fra la mia amarezza e la mia fantasia.

Così diversi.
Così indispensabili.

Come l'Acqua e il Fuoco,
Come il Diavolo e l'Angelo.
Come l'Amore e l'Odio.

Come Tu ed Io.

4 commenti:

Demian ha detto...

Ogni emozione merita di essere vissuta. L'importante è capire quando bisogna fermarsi e prendersi cura anche di sè stessi, e a volte questo vuol dire lasciare andare, lasciarsi andare.
Anch'io ho amato qualcuno che mi ha reso debole, la cui vicinanza mi ha distrutto. Nel momento in cui ci siamo distaccati c'è stato dolore, ma sono rinato.
Forse il segreto è non perdere mai l'attenzione verso se stessi.
Un abbraccio, D.

LostSoul ha detto...

Ogni volta che ti leggo mi lasci addosso molte emozioni... sempre diverse... ma sempre da esser vissute

Lilly ha detto...

Asha sono senza parole...ho un grosso magone. questa é la mia emozione e tu sai che io ci sono...
Buon fine settimana
Lilly

Otto Il Biscotto ha detto...

E sprofondo di nuovo, in quanto causa dei tuoi dispiaceri e dei tuoi dolori.....