mercoledì, luglio 15, 2009

Il Nostro Sogno

Lentamente mi faccio avvolgere da quello
che è sicuramente un Sogno.

Un Sogno in quanto tale può essere solamente positivo,
perché aiuta a prendere forza, avere uno scopo,
una libertà da credere.

E' quando questo diventa troppo reale,
che può spaventare.

Spaventare perché il Sogno rincorso
per tutta una vita si può realizzare
e dopo non ci sarà nulla in cui credere.

O Spaventare perché, come il mio Sogno,
puoi toccarlo e desiderarlo,
più di ogni altra cosa.

Percorro il corridoio per arrivare in bagno.
Lentamente essenze di agrumi invadono l'acqua
rendendola invitabile e irresistibile.

Mi immergo imprimendo il mio sguardo
sulle candele che cingono il bordo della vasca,
la luce soffusa, il calore della stanza,
il tepore dell'acqua che mi culla finalmente.

Sorrido. Dio. Come Sorrido.

Mi stendo, mi lascio avvolgere,
pregusto la mia libertà.

Goccia a Goccia
il caldo liquido si tinge di Eterno Rosso.

Il momentaneo Dolore provato
nel recidere le mie vene è nulla
in confronto alla liberazione che sto dandomi.

E ora piango e rido confusa.
Lo so è folle.

Ma è la cosa che mi fa andare avanti,
camminare ogni giorno,
potermi alzare alla mattina.

Il pensiero di potermi liberare.

3 commenti:

NERO_CATRAME ha detto...

I sogni son desideri,i desideri si bramano e danno la forza nel volerli soddisfare.Lo abbiamo detto spesso che la strada che prta al raggiungimento dell desiderio ci affascina.Quindi la follia qual'è?
Bramare i propi desideri o ucciderli uccidendo noi stessi?

Massimo ha detto...

Ciao Asha,
possono farci di tutto, ma non strapparci i sogni..
ciao cara..

Luciano Penco ha detto...

Cutter... Alla fine abbiamo sempre bisogno di avere il controllo, in un modo o nell'altro. Anche facendoci del male. Basta che quel male riesca a vincere un male che proviene da chissà dove, un male ingestibile, un male che ci fa sentire posseduti da qualcosa di sconosciuto.
E' paradossale, ma lo capisco. Il dolore come anestetico di un diverso dolore. A volte non è possibile scegliere il bene assoluto; si può soltanto optare per il male minore.
Lo capisco...
Ciao
Luciano