martedì, ottobre 06, 2009

Una vita trascorsa a leccarmi le ferite,
le stesse ferite che altre persone,
guardandomi negli occhi,
mi hanno inferto.

E ho sempre creduto di essere io sbagliata,
a volte di meritarmi tutto questo,
a volte di non comprendere il vero motivo.

E ora mi sono stancata,
irrimediabilmente.

Persone di buon senso avrebbero preso in mano
la loro rabbia e camminando
avrebbero spazzato via
tutto quello che di male c'era
intorno a loro.

Ma come sempre so stuprimi.
Ancora una volta.

Ho allontanato tutto quello che mi fa male
tutto quello che mi potrebbe danneggiare
e poi ho sentito un gran vuoto dentro,
come se mi mancasse qualcosa.

Ma non erano le persone.

Allora ho iniziato a farmi del male da sola,
carnefice e vittima.

Delizia e Dolore,
Potere e Sottomissione,
Schiaffo e Carezza,
Danno e Cura.

8 commenti:

Julien Sorel ha detto...

Molti non sanno che ciò che vedono un danno,non è altro che ciò che provocano e così si diventa dannati.

mIsi@Mistriani ha detto...

per essere autonoma,e libera.
[ma talvolta si finisce in una gabbia piu' resistente delle altre.quella fatta della nostra stessa carne]

Massimo ha detto...

Ciao Asha,
non farti del male, ti meriti tutto il bene del mondo, non sei affatto sbagliata. nessuno è sbagliato.
Ciao stammi bene.

Persefone ha detto...

Alla gente, perlopiù, non importa di fare del male.
Forse è ignoranza, non so..
Abbiamo passato una vita a punirci per gli errori degli altri.

Peter ha detto...

Tutti ci lecchiamo le ferite, ogni tanto qualcuno più fortunato trova qualcuno che si prende cura delle ferite, un anima persa che adora curare e che si lascia curare.
Spesso le ferite sono dolci, ma molto più spesso sonoamare e auto prodotte.

Lilith ha detto...

Non puoi capire quanto senta miei questi versi.
Specialmente ora.

clochard ha detto...

Avrei voluto dirti mille cose, ma credo che leggermi e leggerti sia la via migliore.
I consigli non servono, ma avere gli stessi occhi è importante .Quando l’aria plumbea della sera diventa infuocata nel tramonto io ti prendo la mano e ti accompagno per un tratto

Ormoled ha detto...

Di sbagliare succede, ma nessuno è sbagliato. Quello che non mi va non lo voglio tra le palle, e tantomeno non volgio pagare io per quello che non ho fatto. Ma quando succede mi deprimo quasi. Ma non mi posso fermare su un singolo fatto, la vita non aspetta. Lascio tutto alle spalle e riprendo a fare le mie cose.
Ciao