mercoledì, giugno 23, 2010

Un'Ultima Volta

Volerò sopra i cieli di questa terra
sperando ancora una volta di arrivare da te
dove ancora un tempo sapevo di poterti aspettare.

A volte mi chiedo come il pensiero e le sensazioni
possano passare così semplicemente dal cuore alla pelle
per poi ritornarmi nello stomaco.

Distogliere il pensiero da qualcosa che si sa essere
profondamente sbagliato, deludente per azioni e parole,
pericoloso per tutto quello che ho letto.

Continuano a risuonarmi nella testa quelle parole,
alle quali sono stata zitta e non ho saputo rispondere,
non credevo fossero vere, era un sogno o un incubo ...

Stranamente ho ancora bisogno di te,
dei nostri mille discorsi, delle nostre risate,
di tutto quello che per un attimo sembrava nostro.

Ma non lo era. Era tutto così freddo quando il silenzio scendeva,
quando eravamo a centimetri di distanza e avrei voluto abbracciarti,
quando per strada avevo bisogno della tua mano nella mia.

Mi chiuderò così nella mia camera d'albergo
le ruvide lenzuola carezzeranno il mio corpo come carta vetra,
ultimo esilio di ciò che non potrà mai essere.

Dammi le tue mani, anche solo per una notte.
Non proferire parole, non voglio sapere nulla di te,
perchè so tutto e ciò mi basta.

Voglio solo fare l'amore con te.

...Un'ultima volta...

3 commenti:

Dual ha detto...

Bellissima foto e bel post. Un saluto Gio'

Ormoled ha detto...

E soffrire di nuovo?
È strano l'amore, sarà per questo che attrae.
Un abbraccio

UIFPW08 ha detto...

Onere ai perdenti, onore a chi depone le armi ed in ginocchi si arrende..onore a chi sa di aver perso e a testa china aspetta l'ultimo colpo. Non è veleno che uccide, non è vento che lacera, ne mare che copre..è la vita che con il tua sguardo si allontana guardandomi ancora la tua mano lasciare, il tuo sorriso svanire, il tuo profumo indossare, le tue labbra sentire i tuoi occhi amare
il tuo corpo desiderare.. l'ultima volta.. con te impazzire.