martedì, giugno 01, 2010

Immagine di un incontro

Stavo salendo le scale per tornare in camera,
la giornata era stata veramente stancante,
ma mi ero divertita assieme ai miei amici.
[AvreiPensatoTuttoTranneTe]

Quell'albergo era veramente confortevole
e lo stage di salsa era stato un buon motivo
per allontanare il mio pensiero da te.
[EroRiuscitaASopravvivere]

Ero intenta a fischiettare l'ultimo motivo ascoltato
ed eseguendo qualche passo sui gradini
intanto che cercavo le chiavi della stanza in tasca.
[ScendevaL'Adrenalina]

T'ho visto appoggiato alla porta,
ho arrestato così il mio passo e il respiro
ha abbandonato in un sol momento il mio Essere.

"Ciao..."
[NonRiuscireAParlare]

Credo che mi sia passato davanti tutto.
Il mio dolore per la tua scomparsa,
il mio veleno sulle braccia, il mio tremare ai tuoi baci.
[LaVitaInUnFlash]

Non riuscivo a muovermi, ti sei avvicinato.
Hai preso saldamente il mio braccio,
stringendolo e fissandomi negli occhi, come una cosa tua.
[TremavoComeLaPrimaVolta]

Una mano dietro la nuca,
e le mie labbra erano attaccate alle tue,
era quello che desideravo anche se dentro urlavo.
[IlTempoNonSiE'Fermato]

Dolcemente dalla tasca mi hai sfilato la chiave
che pochi momenti prima stavo cercando,
l'ho sentita girare nella toppa, mentre il tuo sapore era in bocca.
[T'HoLasciatoFare]

Come la prima volta che ci siamo visti,
non mi hai dato neanche tempo di lasciare le mie cose
che ero già seduta sul letto, col tuo corpo sopra il mio.
[CompletamenteInerme]

Non c'era stato bisogno di parole questa volta,
perché la nostra pelle parlava ancora una volta per noi,
noi che siamo così razionali e infinitamente bestiali.
[LaNaturaNonSiCambia]

Le tue labbra sulla mia pelle,
solo quello poteva sfamare la mia voglia di te,
troppo tempo incastrata nel mio cuore e nella mia mente.
[SfamamiComeSaiFare]

Non siamo in grado di mentire alle nostre mani,
alle vibrazioni dei nostri corpi,
non sappiamo esimerci dall'assaggiarci.
[MentimiDicendoDiAmarmi]

"Ho fame. Voglio mangiarti ..."
Ho chiuso gli occhi e mi sono lasciata fare.
Riversa la testa indietro, la tua testa nelle mie mani.
[EroeDelMioInfernoPrivato]

E le sensazioni che avevo dentro erano mischiate,
sapientemente dalle tue parole,
il più forte dei dolori e il più grande degli amori.
[IlTutto]

Immensamente, Contemporaneamente.

Violentemente dentro di me,
come a rivendicare un possesso che hai sempre avuto.
[Quell'AppartenenzaCheNonDesideravamo]

"L'ultima volta era con te ..."
"... anche per me."


Sparisti pochi attimi dopo,
in gran classe come eri abituato a fare.
[RimasiNudaSulLenzuolo]

Questa volta non mi posi la domanda
se mai ti avessi rivisto, non mi interessava effettivamente.
[VolevoSoloMorire]

2 commenti:

Ormoled ha detto...

Le persone tornano eh? e tu dopo quell'incontro e a freddo come stai?
ciao

ashasysley ha detto...

Volevo Solo Morire