giovedì, luglio 15, 2010

ComeLiquido

Cambio di forma fra le tue Mani,
tutto ciò che mi è intorno decade,
liberandomi dai miei muri.

Rimane in purezza tutto ciò che era
e che col tempo ho imparato a nascondere
e di cui tu apprezzi l'esistenza.

Ci si scambia la pelle di Notte,
come fosse un manto magico da portare
religiosamente.

Quasi del tutto inerme al tuo fiume,
continuo a vagare sotto la Luna,
ringraziandola di essermi amica.

Ella mi protegge e mi scherma,
continuando a farmi apparire agli altri
così differente da come tu sai che io sia.

E' questo nostro duplice Essere
che insieme abbiamo fuso
naturalmente senza imposizioni.

Rischiamo così l'appartenenza,
la carne nuda alle sensazioni
e un grosso prezzo da pagare.

E noi intimamente sappiamo
cosa vorrebbe dire tutto questo,
comunicandocelo solo con gli occhi.

Non ha importanza dove vogliamo andare,
non ha importanza dove conduce questo sentiero
non ha importanza quante altre Lame entreranno.

Preferiamo infinitamente questo
a tutto quel nulla che soffoca
e abbatte ogni sensazione e pensiero.

Giochiamo l'un l'altro
come fossimo corde d'Arpa,
pizzicandoci ancora, provando un nuovo motivo.

Spegniamo allora i nostri Esseri,
non come siamo abituati a fare da soli,
ma assieme soffochiamoci.

Perché anche il latrato di un cane,
a volte può divenire musica
e la gente intorno, sparire per un solo istante.

Il tempo e il rumore si ferma,
magicamente per non disturbarci,
il vento non spira.

Il tuo odore si mischia al mio,
e dita stringono le sensazioni
come se finalmente fossero di Carne.

5 commenti:

Lorenzo ha detto...

mani pelle luna lame carne notte
inerme nuda odore morte

Asha Sysley ha detto...

Purtroppo sono già frangenti di momenti che già conosciamo. Anche troppo bene Lorenzo. Ma ho deciso che non posso esimermi. Non ha senso scegliere di abbandonare la vita, quando si è ancora in vita.
Ben venga la lama e la morte da mani altrui. Che dal Signore.

Ormoled ha detto...

Ciao Asha, son passato per farti un saluto.
...di questo post adoro la frase "Preferiamo infinitamente questo a tutto quel nulla che soffoca e abbatte ogni sensazione e pensiero" ovviamente per motivi diversi dai tuoi, ma il pensiero si presta bene.
Un bacio

bellocks ha detto...

Ciao tesoro,
che fine hai fatto? Non mi piace questo modo di vedere le cose, fa male sentirti così. Ho provato a contattarti in privato (via mail)ma sono ancora qui che ti scrivo.
Devo spedirti una cosa...
A presto, se ti va.
Ti voglio bene.

d.

sting ha detto...

Entro per la prima volta, sono guardingo lo ammetto. Ma c'era un chiarore che proveniva da dietro la porta e dei rumori soffocati. Li ho riconosciuti anche se non era il mio momento Sono rimasto sull'uscio a guardarvi. Questa è la traccia.