venerdì, febbraio 17, 2012

Standing Ovation


Sento di non riuscire a respirare ancora.
Di avere dentro questo peso che mi porta in basso.
Che non mi fa neanche più riconoscere dalla gente.

Non sono più io. Non esiste più la Sarah di un tempo.
Quella che rideva, spensierata solo guardando il Sole.
E non ce la faccio a rialzarmi, Amici miei.

Quindi ho deciso di scrivere qui, per Voi.
Ringraziare le Persone. Quelle che mi mandano messaggi.
Quelle che guardano i miei occhi e in silenzio mi abbracciano.

E non credevo di avere accanto persone come Francesco,
che sembrano ritrose e chiuse e che invece ti tengono per mano,
come una Sorella. Come qualcosa di prezioso.

Silvia, anche se il tempo ci ha fatto perdere.
Per mille motivi che non stiamo a sottolineare.
Ma il tuo Sorriso è sempre con me.

Angelo. Che mi fa arrabbiare,
col suo essere Reale ed estremamente puntiglioso.
E col suo dire ... che la Vita è questa.

Persone come Sandro. Che non ti mollano neanche se Dormi.
Che riescono a capire dentro che cosa accade.
Anche a distanza. Anche in silenzio. Anche nella Notte buia.

Sorrisi come Tommaso. Che parlano, parlano, parlano per ore.
E poi magari perdi il filo del discorso e ti viene da ridere.
Ma sono sempre Parole cose intense e così Vere.

I salti di Giovanna. Come quelli di oggi, per farmi abbracciare.
Per dirmi che ancora sono Viva perchè respiro.
Che il Sole torna. Attendiamolo assieme.

Gli occhi chiari di Jenny. E tutto il suo Amore innocente.
Che riversa dentro di me, goccia a goccia,
come se potesse colmare questa immensa voragine.

I miei Bimbi. A cui vanno gli ultimi pensieri della mia Sera,
il dolore più grande della mia Vita, la mia Vita
e la gioia più grande della Stessa.

Ad Ambrogio, che non ha fatto altro che sostenermi.
Che ha tenuto il suo dolore dentro il Cuore
per far si che il suo Amore fosse più grande e più forte.

Ad Anna. Che ha saputo difendermi. Proteggermi.
Anche da distanza. E che sapeva perfettamente
cosa albergava nel mio Cuore, quando parlò.

Dovete sempre combattere per avere ciò che desiderate.
E non smettete mai di credere di poter cambiare il Mondo.
Perchè siete persone speciali. E sapete Vivere.

A voi voglio dire che sono Stanca.
Che non riconosco più me stessa. Che non riesco più neanche a Respirare.
Che vi voglio bene. E non sapete quanto.


Ma sono inadatta. Inadatta a tutta questa Vita.
Credevo fosse diversa, che le persone fossero diverse.
Che forse anche le parole lo Fossero.

E che scrivere mi avrebbe aiutato. Avrei trovato conforto. Espiazione.
Non riesco neanche più a farlo.
E ho perso tutto. Tutto e anche me stessa.

Quindi queste ultime parole voglio che siano per Voi.
Così mi alzo ora dalla Tastiera e inchino la Testa a quello che mi avete dato.
Standing Ovation Amici miei.

Per Sempre.

3 commenti:

Squilibrato ha detto...

Condivido e forse il mio è un senso di rassegnazione. Ma sono qua e fintanto che sono in pista, ballo e accelero.

Silvia... ha detto...

... ha il sapore di un cambiamento difficile, profondo, un sapore ancora sconosciuto, così temuto da tenersi aggrappati a ieri per timore di vedersi diversi e non riconoscersi più ... l'ho saggiato e prima ancora ne ho avuto paura, sai quanta, e non fa così male, non è amaro come la rassegnazione, non è aspro come il rifiuto, è. Diventa tuo, per quanto riesci a condirlo con quello che porti dentro e che speri per TE ... siamo solo lontane perchè sto aspettandoti, da questa parte del ponte; alza gli occhi, non a destra, non a sinistra, sono qui, difronte a te, vieni ...

Anna Maria ha detto...

Noi ci siamo, ma la forza di andare avanti é dentro di te. Sei forte, Sarah. Continui, nonostante tutto.

Continua a sognare. Continua a dipingere con le parole le tue emozioni. Continua a sprizzare amore. Perché é quello che sei, Saretta: amore.

Non soltanto ne dai, ma lo sei. Per questo é facile avvicinarsi a te, volerti bene. E ferirti. Perché alcune persone non si rendono conto della tua dolcezza, della tua fragilitá. Alcune persone non capiscono che una volta avvicinatesi a te non possono soltanto scusarsi per il disturbo e sparire. Non capiscono che non ti é possibile smettere di amare, anche se questo ti squarcia il cuore.

Perció: continua ad essere quella che sei, ti voglio bene proprio per questo. Ma prova ad ammaestrare il tuo cuore. Insegnagli a battere forte solo con chi lo merita. Insegnagli ad aspettare, che l´attesa é bella almeno quanto l´incontro vero e proprio.

Insegnagli a darsi solo quando é sicuro.

...Penelope, non correre..