lunedì, agosto 27, 2012


Ho atteso a Lungo che le mie Membra trovassero Ristoro
non più fra le tue Braccia e le tue Parole,
ma dentro me Stessa e i miei Pensieri.

Il Tempo scorre Imperturbabile e non ha Pietà,
la medesima che il mio Cuore avvizzito non Elargisce più,
per ogni tuo Patetico Pianto, per ogni tua Frase di Circostanza.

Credo che la mia Forza alberghi finalmente
nel non aver più nulla da Perdere, da tenere in considerazione,
da proteggere fra le Mani come un Cristallo prezioso.

Ho perduto l'Amore, per le Persone, per gli Uomini,
per quegli attimi che quotidianamente costellano la Vita,
quell'Amore totalitario e senza secondi fini.

Sono scomparsi gli Amici, o quelli che si vantavano di essere tali.
Il loro posto è stato preso da mazzi di Fiori e Pagine di Libri,
accatastati in un Angolo e Soggetti alle Intemperie del mio Essere.

Si sono dissolte le Emozioni. Quelle Pure di un Bacio di una Carezza.
Il Sussultare del Cuore rimbalzante sull'Anima, la Morsa allo Stomaco,
l'attanagliare del Respiro nella Cassa Toracica.

Guarite le Ferite ai Polsi, sulle Braccia.
Cicatrizzati assieme ai miei Sentimenti, nelle Pieghe della Pelle.
Gelati i Brividi che prima Tempestavano la mia Carne, rendendola Viva.

Gli Occhi sono sempre gli Stessi.
Forse sono solo quelli a ricordami ciò che Ero con un velo di Nostalgia.
La ragazza sorridente e allegra. Oltre ogni Evento, ogni Limite.

Stranamente Respiro ancora in questo Corpo che stento a riconoscere.
A volte serro lo sguardo e Volo lontana nei Ricordi.
E ho dimenticato i volti di chi Era con Me e rallegrava i miei Giorni.

Probabilmente siamo tutti di passaggio per queste Lande
e il Volere di chi ci ha imposto questa Esistenza,
è più forte di quello che ognuno di Noi porta al suo interno.

Non recrimino nulla delle scelte fatte. 
Mi hanno permesso di essere ciò che sono e che dimostro.
Non mi pento di alcuna Parola detta, di ogni Carezza Elargita. Di ogni Bacio.

Fondamentalmente ho scoperto di essere una creatura Solitaria,
poco avvezza alla solidità dei Rapporti e alle Regole.
Cullo il mio Essere scrivendo nella Notte Pensieri senza Direzione.

Necessiterebbero le tue Mani a massaggiare questa Anima dissacrata.
Ma ora ho troppo da fare per Perdere il mio Tempo in Stupide Coercizioni.
Ora non ho più nulla da Perdere.

Compreso Te.

1 commento:

foreverme ha detto...

quello che mi dispiace è questo

Sono scomparsi gli Amici...

gli amici quelli veri non scompaiono restano sempre ...nel bene o nel male .....se no ...non li si può chiamare tali

per il resto benvenuta nella vita di molti ......